Villa dei Vescovi

Villa dei Vescovi, Luvigliano

Villa dei Vescovi
4.5
지역 설명
주소

4.5
리뷰 499건
훌륭함
316
매우 좋음
143
보통
29
형편 없음
7
최악
4

Erica U
파도바, 이탈리아포스팅 710건
2022년 3월 • 개인
Ho visitato questo capolavoro, una domenica di fine marzo in occasione dei giorni FAI. La Villa è un loro presidio ed è stata interamente riadibita ai suoi fasti grazie alle opere di tutela e conservazione adottate appunto dal FAI stesso. Qualche giorno prima mi accorgo che sono in programma le date e quindi decido di prenotare tramite loro sito. Ci sono molti orari disponibili, ma io vorrei sentire la spiegazione del Direttore. Parcheggio facilmente accessibile poco distante dalla Villa, con volontari servizio civile molto disponibili e in gamba. All’ingresso c’è una situazione un po’ congestionata, la Villa è molto conosciuta e quindi molto frequentata. Ci sono dei percorsi predefiniti per coloro che avevano già prenotato e quelli senza prenotazione. Dopo il controllo Green Pass accedo alla Villa e iniziamo il giro con il Direttore, figura giovane, preparata e con grande spirito di iniziativa. La Villa è assolutamente ben strutturata e ben preservata. La cosa che mi ha infastidito è stata la presenza di 50 persone nel mio turno. Come fate ad organizzare una visita in queste condizioni? Si fa fatica a muoversi insieme e a captare tutte le informazioni visto che non è stato usato un microfono. Sono un’estimatrice di ville, ne ho viste e girate parecchie, il capitale c’è ma a tratti mi è sembrato di essere in una catena di montaggio commerciale che non ha nessuna correlazione con lo spirito di visita.

Cosa mi è piaciuto?
- organizzazione parcheggi e del sito all’ingresso, dividendo le file tra cui aveva prenotato e chi no.
- la ben conservazione della Villa: sembra nuova di zecca
- location con spettacolare veduta sui Colli Euganei

Cosa non mi è piaciuto?
- sebbene abbia scelto la visita col Direttore (molto bravo e spiegazione interessante) il gruppo era per me troppo popolato. Non è pensabile strutturare dei gruppi così numerosi, fate meno visite ma con più qualità!!!
2022년 5월 1일 작성
이 리뷰는 트립어드바이저 LLC의 의견이 아닌 트립어드바이저 회원의 주관적인 의견입니다.

55gio
Gazzaniga, 이탈리아포스팅 2,150건
2022년 4월
Durante le feste pasquali abbiamo visitato la Villa, ci siamo passati più volte in inverno ma era sempre chiusa. I giardini sono un incanto e le stanze della villa non sono da me. Abbiamo scelto di visitarla senza guida, ogni stanza comunque aveva cartelli esplicativi. Il piano nobile ha stanze affrescate con paesaggi. La villa é stata donata al Fai dalla famiglia Olcese, la scelta migliore.
2022년 4월 20일 작성
이 리뷰는 트립어드바이저 LLC의 의견이 아닌 트립어드바이저 회원의 주관적인 의견입니다.

trippa-dvisor
파도바, 이탈리아포스팅 185건
2022년 3월
Sono stato in visita alla villa in occasione di un mercatino di prodotti agro-alimentari di produttori del territorio e ho approfittato del momento per fare una visita (non guidata) all'interno degli ambienti. La villa è molto bella sia internamente che esternamente, ben curata, con numerose informazioni all'interno che permettono di conoscerne bene la storia nel passare dei secoli, ma soprattutto permette di godere di panorami stupendi.
2022년 3월 13일 작성
이 리뷰는 트립어드바이저 LLC의 의견이 아닌 트립어드바이저 회원의 주관적인 의견입니다.

LVPa53
팔레르모, 이탈리아포스팅 6,118건
2021년 11월
Durante qualche giorno trascorso ad Abano Terme, non potevamo perderci la visita di un bene FAI nelle vicinanze, la Villa dei Vescovi a Luvigliano, raggiunta in una quindicina di minuti di taxi da Abano stessa. Bella, ben tenuta, accogliente, curata, con uno splendido spazio verde circostante quasi interamente coltivato a vigneti...: che dire? Come tutti i beni FAI da noi visitati, un nome, una garanzia. Abbiamo partecipato alla visita guidata condotta da una volontaria FAI preparata e competente, oltre che simpatica. Abbiamo potuto conoscere la storia della Villa, dimora dei Vescovi di Padova, veri Signori del tempo più che pastori di anime, e la sua lunga storia fino alla cessione della Villa da parte della privilegiata famiglia Olcese al FAI, avvenuta nel 2005. Lo scopo per cui la Villa era sorta, perché fosse un luogo di svago, convivialità ed ospitalità, è stato conservato e voluto fortemente dal FAI dopo il lungo restauro della Villa che, infatti, ospita eventi, accoglie visitatori grandi e piccoli con numerose proposte per godere dei suoi spazi e della sua bellezza. Noi abbiamo acquistato ottimi vini nella adiacente enoteca. Visita consigliatissima, gratuita per i soci FAI che devono pagare solo 6 euro per la visita guidata, non obbligatoria, ma ugualmente consigliata, a nostro parere.
2021년 11월 28일 작성
이 리뷰는 트립어드바이저 LLC의 의견이 아닌 트립어드바이저 회원의 주관적인 의견입니다.

Amedeo942
비첸차, 이탈리아포스팅 415건
2021년 10월
Questa villa dall'architettura particolare di inizio '500 è stata restaurata grazie al FAI ed ospita eventi di varia natura. Ieri, ci sono stato con un gruppo di amici lombardi che non la conoscevano e, complice un sole ed una temperatura estiva, abbiamo trascorso una magnifica giornata. Dopo la visita alla villa, abbiamo pranzato sulla terrazza e poi fatto una piacevole passeggiata nei vigneti all'interno della proprietà. Merita una visita. Sarebbe meglio chiarire con segnaletica più idonea dove poter parcheggiare. Sono stati effettuati controlli del Green Pass.
2021년 10월 4일 작성
이 리뷰는 트립어드바이저 LLC의 의견이 아닌 트립어드바이저 회원의 주관적인 의견입니다.

Luisa P
캄포다르세고, 이탈리아포스팅 492건
2021년 3월
Circondata da pregevoli vigneti, ai piedi dei Colli Euganei, questa maestosa villa si erge con tutta la sua eleganza su due piani di archi altissimi che sembrano spiccare il volo sul parco circostante. Ben conservata sia all'esterno sia all'interno, con spazi e servizi puliti e molto curati. Interessante il brolo attiguo alla barchessa. bellissima la terrazza antistante dalla quale si può gustare uno splendido panorama gustando un calice di ottimo vino. Consigliata anche a famiglie con bambini per gli ampi spazi di verde e per la tranquillità.
2021년 9월 29일 작성
이 리뷰는 트립어드바이저 LLC의 의견이 아닌 트립어드바이저 회원의 주관적인 의견입니다.

Silvia M
Province of Vicenza, 이탈리아포스팅 69건
2021년 7월
Se si cerca un'attività per un pomeriggio alternativo la villa è sicuramente una buona idea. Immersa nei colli euganei non è molto frequentata ma si può visitare tranquillamente e ci si può poi godere un aperitivo.
Da non perdere!
2021년 8월 12일 작성
이 리뷰는 트립어드바이저 LLC의 의견이 아닌 트립어드바이저 회원의 주관적인 의견입니다.

Omero B
포스팅 5건
2021년 7월 • 가족
Alle volte i patrimoni li abbiamo fuori dalla porta di casa ...è quanto mi son detto appena uscito dalla visita della villa !
2021년 7월 28일 작성
이 리뷰는 트립어드바이저 LLC의 의견이 아닌 트립어드바이저 회원의 주관적인 의견입니다.

Marie-Claude B
마르세유, 프랑스포스팅 329건
2021년 7월
On visite les jardins et la villa après une petite explication des lieux à la billetterie. C’est une magnifique maison à l’étage noble très bien restauré et meublé avec goût ; les fresques renaissance vénitienne sont mises en valeur. Cette maison perchée sur de puissants contreforts au cœur du vignoble se présente comme un joyau des Collines.
2021년 7월 10일 작성
이 리뷰는 트립어드바이저 LLC의 의견이 아닌 트립어드바이저 회원의 주관적인 의견입니다.

88monique
밀란, 이탈리아포스팅 4,564건
2021년 6월 • 커플
Ci giunge notizia della presenza di una residenza del vescovo di Padova, in località Luvigliano, fin dal 1201 quando la villa condivideva il sito con la chiesa di san Martino ed il suo cimitero. Nel corso del Quattrocento la chiesa venne trasferita più in alto per consentire un ampliamento della casa dei prelati. Grazie ai restauri minuziosi realizzati dal Fai si può identificare l'impianto della residenza quattrocentesca: un edificio quadrato con, al centro, un piccolo cortile scoperto. Nel 1529, poiché la villa versava in condizioni precarie, iniziarono i lavori di ricostruzione per volere del cardinale Francesco Pisani . L' autore del primo progetto fu l' architetto veronese Giovanni Maria Falconetto, cui Alvise Cornaro, amministratore del patrimonio dell' episcopato padovano, si rivolse. Questi imposto' la villa cinquecentesca intorno al preesistente nucleo riutilizzando le murature e ampliando il quadrato originario circondandolo con un criptoportico a volta. Il progetto venne messo in opera tra il 1535 ed il 1542, sotto la direzione di Andrea della Valle che sostituì il Falconetto alla sua morte. L' accesso originale avveniva da sud, ove il pendio era più dolce, attraverso l' arcata aperta nel basamento. Nel 1542, Francesco Pisani, sollevato il Cornaro dall' incarico , si rivolse a Giulio Romano, attivo presso la corte dei Gonzaga a Mantova, per un progetto di supervisione . A quest' ultimo si devono l' ideazione del bugnato che caratterizza il piano terreno della villa e la copertura del lato sud . Tra il 1562 - 65 vennero realizzati, su progetto di Andrea della Valle, i tre grandi portali , la costruzione di una corte quadrata di ingresso ed un muro di cinta merlato a chiusura . Il complesso rimase di proprietà dei vescovi patavini fino al 1962 . Si prosegue all' interno con la visita della decorazione pittorica realizzata da Lambert Sustris, noto pittore di paesaggi , nativo di Amsterdam ma attivo a Roma , Padova e Venezia, che aveva probabilmente frequentato la bottega di Tiziano. Si deve alla perizia di Pinin Brambilla Barcilon e del suo gruppo di lavoro il restauro delle pareti musive. Il ciclo è l' espressione di quel culto per l' antico e la classicità cui si richiamerà, circa venti anni dopo, Paolo Veronese nella villa Barbaro di Maser. I miti classici , le vestigia degli antichi splendori, i panorami naturali soddisfacevano infatti le esigenze di quiete e di studio della committenza, trasferendo, sulle pareti, le immagini dell' età dell'oro. Nella " Stanza del putto", il cui nome deriva dall' angioletto in primo piano intento a mangiare dell' uva , la decorazione delle due pareti d' angolo è caratterizzata da paesaggi con orizzonti marini e campagne costellati di ruderi, casolari e figure inserite in una cornice architettonica che dialoga con l' ambiente esterno visibile dalla finestra, creando un' armonica fusione tra natura ed arte, realtà ed illusione. Nel salone delle " Figure all'antica " , la più ampia del piano nobile , ricca di suggestioni romane, finte statue marmoree si alternano a figure maschili e femminili abbigliate all' antica. Sopra il cornicione , nel fregio, si notano decorazioni di vasi, trofei, scudi ed armature oltre a paesaggi con rovine e piccole figure riferibili a divinità, ( Diana Cerere, Bacco) o ad episodi del mito ( Ratto di Proserpina, Arianna abbandonata sull' isola di Nasso ). Doveva essere particolarmente suggestiva la decorazione delle logge, concepite , nel progetto originario, per correre, senza interruzioni, sui quattro lati con la funzione di connettere la villa all'ambiente circostante e consentire passeggiate rigeneranti. Fu infatti proprio per questi ambienti che il vescovo Pisani richiese la consulenza di Giulio Romano. Ne rimangono solo due da cui si ammira il paesaggio verso Padova , Montegrotto ed i colli Euganei. Furono affrescate dallo stesso Sustris, con paesaggi e putti a grottesca che reggono fiere e grappoli d'uva e putti tra tralicci e finte statue romane. Dobbiamo, ancora una volta, ringraziare il Fai, di cui siamo soci, per il grande lavoro di conservazione del nostro patrimonio e per la puntuale gestione dei beni posseduti. Consigliamo la visita guidata, completa ed esaustiva anche perché i volontari sono competenti e qualificati. È inoltre possibile assaporare una bevanda fresca , un gelato o uno snack sulla terrazza con bella vista sui vigneti e sul panorama circostante.
2021년 7월 4일 작성
이 리뷰는 트립어드바이저 LLC의 의견이 아닌 트립어드바이저 회원의 주관적인 의견입니다.

검색 결과 전체 499 중 1-10
누락되거나 부정확한 것은 없습니까?
수정을 제안하여 표시 사항 개선하기
이 리스팅 정보 개선하기
Villa dei Vescovi에 대해 자주 묻는 질문